Fiori di Bach: manuale online per conoscere ed usare la floriterapia di Bach
promemoriaUsa il promemoria per ricordare i fiori di tuo interesse!
 
 

Le diluizioni dei rimedi floreali

Riportiamo di seguito le diluizioni delle essenze floreali originali che effettuava Edward Bach, così come vengono realizzate dalla maggior parte dei produttori attuali.

Le diluizioni "tradizionali" in floriterapia

Troverete delle unità di misura a noi poco conosciute, quelle usate da Edward Bach quando mise a punto il suo metodo, la pinta e l'oncia, ma non vi preoccupate, vicino ci sono anche le traduzioni nelle nostre attuali unità di misura.

Spiegazione dei termini:

  • Essenza: infusione del fiore (estrazione del valore energetico del fiore)
  • Bottiglia stock: bottiglia in commercio da cui poi preparare quella pronta all'uso
  • Boccetta pronta all'uso: quella dove vengono inseriti i vari fiori per poi assumerli
  • Realizzazione dell'essenza della pianta La quantità di acqua necessaria alla preparazione è 1/2 Pinta = 300 ml circa. Essenza: 1/2 Pinta di estratto floreale con l'aggiunta della stessa quantità di brandy.
  • Preparazione della boccetta stock - 1 Oncia (la quantità totale della bottiglia stock) = 28,35 ml. (le bottiglie con pipetta in commercio in Italia sono da 30 ml, quindi:1 ml = 16 gocce e 30ml =480 gocce). - Le Bottiglie stock vengono preparate con 1 oncia di brandy (la bottiglietta con pipetta da 30 ml) e l' aggiunta di 2 gocce di essenza. - In commercio troviamo sia le boccette da 30 ml, ma più spesso quelle da 10 ml. - Il metodo ora indicato spiega il rapporto essenza/bottiglie stock 1:240 che troviamo indicato nelle confezioni delle bottiglie in commercio. - La proporzione 1:240 è così ottenuta: 2 gocce di essenza in 1 oncia e cioè 2 gocce di essenza in 480 gocce di brandy (nel flaconcino con pipetta).
  • Bottiglie pronte all'uso : 2 o 3 gocce della bottiglia stock in 1 oncia (cioè la bottiglietta con pipetta riempita con acqua minerale e brandy in proporzione 4/5 circa)

Nota:

Bach insisteva sul brandy perché esso è un prodotto della vite (vine) ed è invecchiato in botti di rovere (oak) . Quindi il brandy è già un distillato dove è presente l'energia dei fiori.