Fiori di Bach: manuale online per conoscere ed usare la floriterapia di Bach
promemoriaUsa il promemoria per ricordare i fiori di tuo interesse!
 
 

Esperienze, sensazioni e testimonianze con l'uso dei Fiori di Bach.

Questo spazio è libero se volete condividere una vostra esperienza con I Fiori di Bach, inviatemi un email e il vostro testo verrà inserito in questo spazio specificando se volete che sia pubblicato il vostro nome e indirizzo email.


Salve, non voglio fare domande , solo dire quanto ci sono stati d'aiuto,ho un beagle di natura dominante e posso garantire che non sempre è stato facile convivere! Lo amo immensamente e un coach che ci ha guidato alla crescita e i fiori di Bach giusti ci hanno portato a risultati fantastici, ora abbiamo stabilito i ruoli di casa , la gerarchia, siamo tutti più sereni rilassati; li consiglio vivamente agli amanti degli animali e non solo, sono veramente un risorsa preziosa. complimenti per il sito Francesca

28 febbraio 2010


Vorrei condividere con voi la mia esperienza con i fiori di Bach in riferimento a un incidente accaduto al mio piccolo cane, che a 8 mesi è stato morsicato da un grosso cane. ha perso un occhio, sanguinava, tremava, non riusciva a respirare ed io ero terrorizzata, perchè per me, lui è come un secondo figlio. l'ho subito portato dal veterinario che lo ha operato. nel frattempo io ero in sala d'aspetto e pensavo che sarei morta dal dispiacere se non lo avessero salvato. è arrivato mio marito e mi ha dato il rescue remedy. dopo poco ho cominciato a connettere e la mia attesa è stata meno ansiosa. quando per fortuna il mio piccolo è stato considerato fuori pericolo, ho cominciato a somministrargli lo stesso rimedio e lui si è ripreso in meno tempo del normale, i veterinari erano perplessi e io li ho consigliati di comprarsi un libro di Bach. Il mio piccolo non ha paura dei cani grandi anche se ha passato un brutto momento a causa di uno di loro, e ha un bellissimo carattere anche se io lo vizio un pò troppo. arrivederci Elisa e Teddy

12 febbraio 2010


Salve a tutti mi chiamo Elisabetta , vivo in provincia di Modena, floriterapista e naturopata in formazione, per la prima volta questo autunno ho sperimentato i fiori di Bach anche sugli animali, il mio adorato cane un beagle di oggi sette anni. A Novembre ci siamo trasferiti dalla città in campagna, ero molto preoccupata, perchè se pur avendo preparato un ambiente idoneo e tranquillo per il mio cane, avrebbe comunque dovuto imparare a restare fuori casa, anche la notte.. lui.. che per sette anni ha vissuto in casa e sul nostro divano. Ho iniziato da subito e per i primi due mesi, a somministrargli walnut ed heather, devo dire che il risultato è stato più che soddisfacente, si è ambientato velocemente, non ha mai manifestato difficoltà verso il cambiamento è diventato tranquillo anche se resta a volte solo. Adesso sono in fase di sperimentazione a livello fisico, per un colpo traumatico all'orecchio (così da detto il veterinario) chissà come se lo è procurato ??? non ha dolore ne manifesta fastidio, sto massaggiando la parte due volte al giorno con 2 goccie di Star of Bethelhem..vedremo... Un caro saluto a tutti !

Elisabetta Biagi 26 febbraio 2008


sono una donna di 41 anni. 10 anni fa mi sentii male durante la guida dell'auto in autostrada, di li si aprì un periodo piuttosto duro con inclusi attacchi di panico, insonnia,impossibilità a guidare,terrore nel dover affrontare l'autostrada e vari.con l'aiuto di vitamine, dei fiori,dell'omeopatia e di una forte richiesta di aiuto a quella parte di Dio che ognuno di noi porta nel proprio cuore sono molto migliorata e sono riuscita a rifare ben 150km in autostrada in giornata riuscendo a mantenere la concentrazione, senza impaurirmi, senza dare ascolto alla mente che mi "tentava" continuamente a stare male. In seguito ho avuto un altro periodo difficile in cui ho capito che dovevo "riconquistare la mia conquista", ma la strada è tracciata e so che WILD OAT,HEATHER,WALNUT,VINE mi aiuteranno con ROCK ROSE e con CRAB APPLE e anche OAK.Ho capito anche che i fiori aiutano ma che deve essere la persona a determinarsi nel non lasciare entrare dentro di se emozioni e stati negativi. Il fiore serve a riconoscerli, la persona può prenderne le distanze ma é solo DIO quale massima potenza energetica in noi e da cui la Natura proviene a risolvere.è una sinergia dove tutto serve dove tutto aiuta. è comunque un percorso non breve fatto di alti e bassi in relazione anche alla disponibilità energetica del proprio fisico: a volte si é più energici e le cose sembrano migliorare altre volte si è più debolucci e cose che si credevano risolte tornano...ma siamo anime in cammino e siamo qui per imparare e allora coraggio!

18 febbraio 2008


mi chiamo Patrizia e ho 27 anni, da tre anni ormai non esco di casa da sola, ho paura, autentico panico di stare nel traffico, nel caos. Un mese fa circa sono andata da un omeopata, che mi ha prescritto la seguente cura : chicory, star of bethlem, aspen, impatiens, rock rose da prendere nell'arco della giornata, più 4 gocce di pulsatilla ogni mattina a digiuno. Bene nei primi 15 giorni sono stata malissimo, in uno stato di depressione terribile dal quale non riuscivo ad uscire, ho rischiato di lasciarmi con il mio fidanzato, lo trattavo malissimo per delle sciocchezze, e avevo la morte dentro, poi mi si è aperto il cielo....adesso sto bene, sono molto più rilassata, e solare, certo ancora non ho fatto il passo e non sono uscita da sola, ma sono riuscita ad andare a cena fuori con il mio lui, a fare delle passeggiate, a fare la spesa senza dover scappare....tutte cose che non potevo fare più.....adesso devo tornare dall'omeopata, spero mi trovi meglio, e che questa cura mi ridia indietro la mia vita....che era tanto ma tanto bella......

maggio 2006


Posso dire che, nei casi da me trattati, è stato sempre possibile poter operare sullo stato emotivo del paziente, anche quando la sintomatologia espressa era di tipo fisico. Ho attualmente in cura una paziente affetta da sclerosi multipla che, tuttavia, trae giovamento dall'uso di STAR of bethelhem, GORSE, GENTIAN, per curare il suo stato depressivo. Non mi illudo quindi di curare la malattia fisica, ma ho prove che è possibile agire sullo stato emotivo. Ancora più diretta mi è apparsa l'azione dei fiori, quando si è trattato di depressione semplice, ansia, tensione ecc. In questi casi il paziente reagisce in modo palese. Ma debbo riferire anche altri casi, non direttamente da me trattati, in cui si è verificato un miglioramento della sintomatologia fisica. Quindi, un primo punto che porrei all'attenzione di chi fosse interessato ad un approfondimento è: - Su quale piano agiscono i fiori? Un secondo punto che mi interesserebbe discutere è: - Come mai, a volte, i fiori non funzionano? Su questo punto, posso portare la mia esperienza personale. In alcuni periodi, l'uso dei fiori è stato efficace per distogliermi dall'ansia, in altri non ha prodotto effetti? Perchè? Io credo che, intorno all'azione terapeutica dei fiori, molto ci sia da scoprire. In effetti, credo che nessuno sappia veramente come agiscono. L'eventuale gruppo di studio cui facevo riferimento nella mia prima comunicazione, potrebbe approfondire proprio le relazioni della floriterapia con altre discipline, come la psiconeuroimmunologia, ad esempio. Per ora ti invio cordiali saluti, e aspetto qualche risposta.

testo di Enrico Catemario del 23 settembre 1997 catemari@unina.it


 

Ho 35anni e da circa 6 mesi (ma sicuramente è iniziato tutto molto prima)mi trovo in una strana situazione(come vedi non uso il termine malattia), ho una forma di rifiuto per i contatti sociali.

Quando è iniziata questa storia, avvertivo una vera e propria fobia nei confronti della gente, se qualcuno cercava di parlarmi ero presa da attacchi di panico, con vertigini tachicardia, ecc... Dovevo immediatamente troncare il discorso e tornarmene a casa.

Non puoi immaginare in che stato ero. Non mi riconoscevo più. Di questo mio problema ne ho subito parlato con mio marito. Lui non ne ha fatto un dramma, mi ha consigliato di stare tranquilla che tutto poi sarebbe passato.

Mi sono rivolta alla mia dottoressa (io mi curo con la medicina omeopatica), che mi ha consigliato un incontro con un medico che utilizza la floriterapia di Bach.

Durante la prima seduta, che è durata più di un ora, abbiamo parlato moltissimo e dopo avermi fatto dei test mi ha prescritto una miscela di 5 essenze e un ansiolitico omeopatico(L72).

Le 5 essenze sono:Rock Rose,Mimulus, Gentian, Cherry Plum, Sweet Chestunut.

Ho iniziato la terapia e in me è iniziata una vera e propria rivoluzione interiore.

Ho iniziato una specie di autoanalisi, dove sentivo il bisogno irrefrenabile di scrivere tutto ciò che mi veniva in mente.

è come se i fiori di Bach mi avessero aiutato a sistemare dei tasselli di me al posto giusto.

Oggi continuo ancora la mia terapia. Il mio medico mi ha sostituito da circa 2 settimane fa un essenza: Larch al posto di Sweet Chestnut.

Ho sentito immediatamente la differenza. Sto cominciando a riprendere fiducia in me stessa.

Ci vorrà ancora del tempo ma ora so che ce la farò!

Ti ho scritto in due parole la mia testimonianza.

Ciao e grazie!

testo di cuoor@tin.it del 16 aprile 1997


Come agiscono i fiori di Bach? Sicuramente è molto difficile da spiegare e da capire ma quel che è certo è che funzionano veramente. Forse riequilibrano le ns. energie... La mia personale esperienza è assolutamente positiva. Dopo quasi un anno (inizio Luglio 98) mi sento molto diversa, molto più serena, molto più lucida. Non che avessi particolari problemi quando ho iniziato, almeno non fisici, ma ero assolutamente fuori di testa, una IMPATIENS autentica, ho avuto dei grossi problemi negli anni scorsi, gravi lutti, e per non pensare, avevo innescato un meccanismo mostruoso che mi stava consumando, quindi facevo, facevo, facevo....non potevo mai stare con le mani in mano... Ora sono più calma, mi prendo del tempo per me, comincio a capirmi e ad accettarmi per quello che sono, ecco, forse una delle cose che più ci insegnano i fiori è proprio questa: l'ACCETTAZIONE. Di quello che ci capita, delle persone che ci circondano, delle cose delle vita. Io posso solo dire che aiutano, e tanto, a vivere meglio, a renderci più aperti anche verso il prossimo, forse impariamo ad ascoltare quello che gli altri hanno da dirci... Intanto, io sto proseguendo il mio cammino in loro compagnia, sperimentando e provando sempre strade nuove, per conoscermi sempre di più. Un saluto Marina /p>

testo di marittima@hotmail.com del 13 maggio 1999


Salve a tutti, sono molto felice di aver trovato questo sito fatto molto bene. Mi chiamo Rossella ho 25 anni e da 5 soffro di paure: paura di commettere qualche sciocchezza senza volerlo, paura di non essere all'altezza in ogni situazione, paura di sbagliare, di deludere gli altri; quando stavo male era come se in quel momento dovevo fare quello che diceva la mia mente e di lì la paura , l'ansia, la mente che sembrava scoppiare, avevo anche paura di impazzire!!

Allora , dopo 5 anni di sofferenze ho deciso di fare qualcosa ed ho pensato ai fiori di Bach, sia perchè sono naturali e sia perchè mi ispirano fiducia; sono andata da una Dott.ssa Psicoterapeuta (ci vado ancora), abbiamo parlato, e alla fine mi ha prescritto i fiori che sono: CHERRY PLUM, PINE, HOLLY, CRAB APPLE, WHITE CHESTNUT; la cosa più strana è che mi sento bene ma non me ne rendo conto, cioè mi sembra strano e alle volte non sembra che sia proprio io...ne sono felice, ma so che il cammino è ancora lungo e non demorderò, so già che avrò altri attacchi, ma sono sicura che li supererò con forza e coraggio perchè ne ho davvero tanto, e non mi darò pace fin quando non scoprirò cosa mi ha fatto venire tutti quei brutti pensieri.

Volevo ancora dire a tutti quelli che stanno intraprendendo questo viaggio di essere forti ed avere tanta fede perchè LA VITA è UNA SFIDA E BISOGNA AFFRONTARLA! Auguri a tutti!!! ROSSELLA, Nizza di Sicilia (ME)

testo di rossella.r@tiscalinet.it del 21 ottobre 1999


Ciao, mi chiamo Silvia, ho 33 anni e sono una persona molto emotiva ed insicura. La situazione è precipitata nel momento incui mi sono resa conto (prima non volevo ammetterlo) del fallimento del mio matrimonio. Sono andata in panico e, dopo alterne vicende mi è stato consigliato di rivolgermi ad una Psicologa omeopata. La psicologa mi ha proposto di iniziare la terapia di Bach ed io ho accettato con entusiasmo (non so perchè ma è stato come se improvvisamente avessi capito che era la cosa giusta). Seguo la terapia di Bach da circa un mese e comincio a vedere i primi risultati. Per le prime tre settimane ho usato: Scleranthus, Wild Oat e Walnut; da pochi giorni la terapia è stata cambiata e sto usando Cerato, Honeysuckle e Stars of Betlehem.

testo di s.mattea@libero.it del 27 ottobre 1999


Una notte ho sognato che facevo parte di un gruppo di persone che avevano la possibilità di trasformarsi in qualsiasi cosa vivente pur di soccorrere gli altri. Io ero un bel cane elegante e misterioso e mi trasformavo in me stessa per attirare l'attenzione di due sorelle gemelle che avevano litigato tra di loro, poichè una era più forte e intraprendente aveva tanti amici che la cercavano e l'amavano,l'altra era timida,paurosa,con pochi amici secondo lei sinceri. Così la me che da cane si era trasformata in quella che sono, cadde a terra fingendo di stare male, le due gemelle che nell'onirico non sono altro che la mia parte maschile o destra e la mia parte femminile o sinistra,accorsero immediatamente ma non parlandosi non potevano aiutarmi così io dissi loro:-Per soccorrermi dovete far pace e amarvi mi girai verso Nord e indicai loro un fiore bellissimo pieno di luce,loro vennero ammantate dai colori che esso emanava,piansero e si abbracciarono ritrovando il giusto equilibrio e l'amore. Ciao Rachele.

testo di rachele@qsconsul.it del 15 novembre 1999


Ciao a tutti, desidero condividere con voi un'esperienza "curiosa" che mi è accaduta poco tempo fa. Dopo aver osservato i notevoli progressi ottenuti con la floriterapia e i meravigliosi effetti che i fiori hanno sull'animo umano, stavo iniziando a dubitare della loro origine "di luce", o divina, o dello "spirito buono"... insomma avete capito. A questo punto temevo di andare contro l'ortodossia della mia fede, nel caso in cui si fosse trattato di un inganno. Allora ho ricevuto la risposta ai miei dubbi, che dice: "Il Signore ha creato medicamenti dalla terra, l'uomo assennato non li disprezza" (Sacre Scritture - Siracide 38,4). Daniela.

testo di d.s.greco@libero.it del 7 maggio 2000


Carissimi, Sono un'assidua lettrice di questo meraviglioso sito, conoscevo già i Fiori di Bach che mi hanno letteralmente cambiato la vita. Da persona molto insicura, e piena di problemi, e molto sola, mi sono trasformata. Ora sono sicura, ho tanti amici, e il sole splende quasi sempre (anche oggi che piove). Grazie dunque ai Fiori di Bach e a chi li fa conoscere. Avete tutta la mia gratitudine Mimulus (che in realtà è una Clematis)

testo di mimulus@bluemail.ch del 14 maggio 2000


Ciao a tutti, sono naturopata ed in particolare tratto le persone che vengono da me (adulti e bambini) combinando, sovente, tre tecniche: musicoterapia, cromoterapia e floriterapia di Bach. Desidero dirvi che sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti, in modo particolare, quando entrano "in campo" i fiori di Bach. Inoltre è possibile fare un lavoro di grande armonia d tra suoni e fiori. Chi volesse approfondire il tema potrà scrivervi a questi indirizzi. sengioi@libero.it -oppure brunodaniele@surja.it. Cordiali saluti a tutti e Buona primavera.

Ciao a tutti! Io ho scoperto i Fiori di Bach un pò per caso e in un periodo molto burrascoso della mia vita. A Marzo del 2000 sono stata ricoverata d'urgenza in ospedale per una presunta colica renale e invece,oltre ad avere anche un calcolo piccolissimo al rene destro,mi hanno trovato e tolto una ciste di ben 9 cm insieme ad un ovaia...fortunatamente i dottori non hanno riscontrato alcun male incurabile(ipotesi che,per i 10 gg della pre-operazione,era stata presa largamente in considerazione!!) e di questo non potevo che essere felice...e invece ero totalmente a terra! La convalescenza è stata dura,durissima.Non avrei mai creduto di toccare il fondo in questo modo e invece è successo.Ho cominciato ad andare giù di morale,a chiudermi in me stessa,ad avere paura di stare con gli altri,di guardarli in faccia,di parlarci..cercavo solo un posto dove rifugiarmi,dove stare da sola e così respingevo chiunque.Ma la cosa strana è che,contemporaneamente,cercavo l'aiuto delle persone a me più care e mi disperavo,mi crogiolavo nel mio guscio senza mai uscire allo scoperto. Più i mesi passavano e più mi rendevo conto di quanto la mia angoscia aumentasse.Una cosa orribile,pesante da sopportare,davvero!! I sintomi?Una grande,immensa,insormontabile paura di vivere di nuovo,una gigantesca,enorme insicurezza,un disprezzo di me stessa difficile da spiegare..la mia mente rimuginava continuamente sul perchè mi fosse capitata una cosa più grande di me e perchè proprio a me!!Io non ringraziavo per la vita che mi era stata donata,anzi!!!Mi chiedevo perchè non mi fosse stata tolta,tanto soffrire per soffrire!!!!! E così a Marzo di esattamente un anno dopo(2001)sono venuta a conoscenza dei benefici dei Fiori di Bach.Da subito ho preso Star of Bethlhem,per i traumi e gli choc,il Cerato x l'insicurezza, Mustard x gli sbalzi d'umore...inizialmente pensavo fosse pura suggestione..sapere di prendere un qualcosa di naturale in base ai propri stati d'animo,mi dava speranza..verso Luglio ho smesso,pensando di essere ormai guarita del tutto.Ma notavo che,in realtà,ero sempre al punto di partenza e,comunque,c'era ancora qualcosa che mi teneva ferma e che mi impediva di camminare da sola. Agli inizi di Settembre,circa 3mesi fa,tornata da una vacanza che avrebbe dovuto rigenerarmi,sono caduta nuovamente in crisi..ma questa volta posso garantire che questa è stata la peggiore che abbia avuto da quando sono stata operata..forse perchè qualcosa in me si stava muovendo..dentro di me sentivo che l'aiuto delle persone a cui voglio bene non mi bastava più e che io da sola non sarei stata capace di superare quel momento in cui ho pensato di fare di tutto,tranne quello che di vivere.Così ho deciso di rivolgermi a una persona competente e ho trovato una psicologa che mi ha aiutato a capire gli aspetti più profondi di me che sono affiorati dopo questa esperienza sconvolgente. La mia condizione di donna è stata messa in discussione,l'aver perso una parte intima di me mi ha toccato l'equilibrio che io pensavo di essermi costruita fino a quel momento.E da qui si sono poi ramificati i sentimenti di insicurezza di non piacere più,di paura del futuro o di non poter aver figli,di incapacità di fare,di non accettazione,di essere un peso per gli altri..tutto quello che io non ero mai stata in 25 anni di vita..dov'era finita la Giuliana di un tempo,nessuno poteva saperlo,nessuno poteva darmi una risposta,o meglio le tante risposte che cercavo incessantemente. Ho ricominciato a prendere i fiori,in parallelo con le sedute(e che la psicologa fa usare e mi consiglia anche cosa prendere)e devo dire che ora mi sento decisamente meglio. Man mano che gli stati negativi mi abbandonano,cambio fiore e mi rendo conto di quanto siano meravigliosi,di quanto siano fondamentali per riequilibrare mente e corpo. Ora mi sento un pò più sicura,mi sto rivalutando,mi sto analizzando,sto comprendendo nuove cose che mi porteranno a rinforzarmi,a credere più in me stessa,ad accettarmi per quello che sono e per la mia condizione attuale.Mi sento più serena e mi sta ritornando la voglia di lottare,di guardare avanti,di staccarmi dal passato e dal dolore trasformandolo in un elemento positivo,di non angosciarmi per il futuro,di godermi il presente.Quel che sarà,sarà! Consiglio a chiunque di intraprendere il percorso colorato e,se vogliamo,anche divertente dei Fiori di Bach....una terapia che ridona luce e speranza a chi la cerca e non sa come muoversi...un toccasana per la mente e per l'anima...la gioia prima o poi la si ritrova! Un grosso abbraccio!Giuliana

testo di giulyrosy.ragucci@libero.it del 26 novembre 2001


Se dapprima ero un pò scettica sull'efficacia, in un momento di particolare difficoltà della mia vita, ho trovato un beneficio quasi insperato e immediato riacquisendo una tranquillità interna in grado di farmi affrontare i problemi con equilibrio e chiarezza.

testo di adriana del 16 ottobre 2002


prendo già da un anno i fiori di Bach.....ero stanca,irritabile, non sopportavo tutti i miei impegni,odiavo le carte,i documenti, fare la fila alla posta........ero tesa e insopportabile.......poi piano piano tutto si è affievolito portandomi una calma interiore che mi ha spinto a prendere tempo ogni volta che ero super impegnata....risultato:sono più disponibile verso gli altri,accetto il ritmo delle cose,e mi organizzo senza panico.

credo comunque che sia necessario rivedere i fiori assunti perchè le cose cambiano e devono cambiare anche i fiori...allora ho fatto il vostro test.....ho una situazione difficile da gestire...mi sembra di non riuscire a definirla anche se portarla avanti non mi pesa.......per il resto vorrei migliorare la mia consapevolezza e perfezionare questa mia razionalità delle cose......

vi saluto matilde de razza

testo di antoniocaggiula@tin.it del 15 marzo 2003


Ciao a tutti ,ho 24 anni .Sono una persona molta timida che vuole che tutto sia perfetto e buono nel mondo.Tutto è iniziato 10 anni fa,quando trasferendomi da lontano ,sono stata imersa in altra mentalità di ragionare e di giudicare.Non abituata a questa ,per me molto crudele, sono iniziati tanti dispiaceri e delusioni ,di afrontare ciò che per me non esisteva ,ne la mia mente ci aveva mai pensato.

Dopo 5 anni sono caduta in ansia e depressione .

Be al dunque ,due anni fa consigliata da mia mamma, mi sono rivolta a una signora ,per me molto speciale, una omeopata . Che mi ha prescritto circa 16 fiori .Già dal primo giorno si iniziavano a sentire dei cambiamenti che nel tempo erano più evidenti.Ora periodicamente mi cambia (cc.2 mesi) i fiori ,che sono anche diminuiti di quantità . Risultato ,sono più forte di prima ,sono meno timida e agisco di più (non nel senso negativo) ,chiedo senza tanta paura di sentire , no ! (Ciò prima era un scoglio per me).

Vi vorrei dare un consiglio ,che per me ancora difficile da seguire, Quando vi sentite meglio con i fiori di Bach , non continuate a vivere come prima ,di trascinarvi dalla negatività che può circondarci ,ma vedere tutto in ottica positiva . NON cerchiamo di cambiare il mondo,ma di viverlo meglio che si può .Altrimenti perdiamo la nostra energia quella che ci fa stare bene !!!

testo di Sandra del 17 giugno 2003


Salve sono un ragazzo di 32 anni da circa 6-7 mesi soffro di crisi di ansia, depressione e a volte attacchi di panico,

Ho fatto varie cose dall'inizio di questa situazione, sono in terapia da uno psicologo, faccio spesso yoga e da 3 settimane sto usando i famosi fiori di Bach, Walnut e Crab Apple 4 volte al giorno.

Devo veramente essere sincero sul loro beneficio? Credo che abbiano un grandissimo potere benefico su di noi, a volte ancora sento che c'è qualche cosa che non và , ma in generale sto meglio.

Ho usato 2 tipi di medicine per 2 settimane, xanax e valpinax a differenza di 5 mesi, ho sempre cercato di stare alla larga da psicofarmaci.

Spero tanto che questi fiori mi possano aiutare sempre, e che possano aiutare tutte le persone che ne avranno bisogno.

La vita è bella, a volte è dura e difficile, ma come leggevo in una precedente testimonianza, va presa per comè dobbiamo accettare ciò che siamo e come siamo.

Siamo solo noi che possiamo rendere migliore la nostra vita, almeno sempre per ciò che ci è possibile. Saluti a tutti

testo di Massimo del 10 luglio 2003